FERIE FINITE.. TUTTI A DIETA!

Eccoci a fine agosto! Il ricordo dei bei tramonti sul mare è ancora bello acceso nella mente, ma lì nella mente comincia ad insinuarsi un altro tarlo.

Dopo la chiusura col lockdown ci siamo ritrovati catapultati in ferie ed ora tra i chili messi nei mesi chiusi in casa passati a sfornare pizze e quelli a gozzovigliare durante le vacanze qualcuno guardandosi allo specchio fa fatica a riconoscersi.

 

E “sulla bilancia no non ci voglio salire perché avrò messo un sacco di chili!!” e allora si chiama la nutrizionista “vorrei un appuntamento per ieri per perdere almeno 10 chili entro domani!”

 

Vi prendo in giro si scusate, ma questo è ciò che mi accade ogni sacrosanto settembre dal 2001 anno in cui ho deciso di essere nutrizionista come solo ed unico lavoro.

 

 

FACCIAMO IL PUNTO DELLA SITUAZIONE: PER PRIMA COSA FATE LA PACE CON LA BILANCIA E NON DATELE TUTTA QUESTA IMPORTANZA!

Si insomma saliteci, abbiate il coraggio delle vostre azioni essere consapevoli ci rende forti e ci permette di fare la conta dei danni oltre che avere un punto di partenza.

Avete messo chili? Va bene, è un buon motivo per perderli, ma senza drammi né tragedie la cosa importante e fare le cose nel modo giusto!

 

PER SECONDA COSA METTETEVI BENE IN TESTA CHE DIMAGRIRE E’ UNA COSA SERIA

Intendo dire che sparare numeri a caso sia in termini di chili che di tempi non è corretto, siamo troppo abituati ad avere tutto e subito e siamo convinti che i numeri che abbiamo in testa siano per noi i più giusti, ma spesso non è così.
Stabilire quanti chili perdere sottostà a valutazioni più profonde della semplice pesata.

Una valutazione della composizione corporea è fondamentale per capire quanti di quei chili presi siano di grasso e quanti di acqua.
Questa stessa valutazione ci dà anche indicazioni su come è meglio procedere dal punto di vista nutrizionale, anche in questo senso si parla di dieta personalizzata.

Correre ai ripari con dei drastici fai da te eliminando questo o quell’alimento non è né salutare, né tantomeno efficace nel lungo periodo. Quello che succede quando si va in eccesso di restrizione è che il metabolismo tende a calare per far fronte alla carenza di calorie e di nutrienti e quindi dopo un primo periodo in cui si vede l’ago della bilancia scendere poi si ha una fase di stasi o addirittura di recupero dei chili persi.

Inoltre le restrizioni affamano e non riescono ad essere mantenute per un lungo periodo per cui ad un certo punto si abbandona tutto con recupero di tutto quello che avevo perso.
La cosa migliore, anche ai fini del dimagrimento, è sempre impostare un percorso nutrizionale che sia equilibrato e che possa, senza fatica essere mantenuto nel tempo e diventare un’abitudine.

 

ALCUNE FACILI REGOLE

Molto spesso basta davvero poco, se già stavate seguendo una dieta prima delle vacanze si può chiaramente tornare a quella altrimenti si possono mettere in atto alcuni piccoli accorgimenti che vi elenco di seguito. Se le cose non dovessero funzionare però una visita dal  è super consigliata.

 

  • Per prima cosa ricordatevi bere acqua in abbondanza. La quantità giusta di acqua da bere per una persona in salute è 1ml per ogni caloria quindi in media 1,5 litri per la donna e dai 2 ai 2,5 litri per l’uomo (salvo eccezioni). Parlo di acqua, non di tisane, o ancor peggio di succhi o altre bevande zuccherate. Evitate di assumere drenanti se di solito bevete poco perché facilmente non risolveranno il problema. Vi basterà bere acqua!

 

  • Consumate con regolarità verdure. Vanno inserite sia a pranzo che a cena sono utili per il loro apporto di fibre, di vitamine e di sali minerali.
    Siamo in piena stagione di fagiolini, approfittatene, per il loro alto contenuto in antiossidanti e silicio, sono dei grandissimi alleati della pelle che è stata messa a dura prova dal sole in questi mesi. Per favorire il drenaggio invece scegliete anche cetrioli, zucchine e insalate.

 

  • Anche la frutta non deve mancare ma senza eccessi, dovremmo restare sui due frutti al giorno non importa (se non avete problematiche digestive) se dopo i pasti o lontano. Vi faccio porre l’attenzione alle pere che migliorano le difese immunitarie.

 

  • Cercate di fare dei pasti completi ovvero inserite nel pasto sempre una porzione di carboidrati (pasta, cereali, pane, patate ecc), una di proteine (carne, pesce, uova, legumi e più moderatamente derivati del latte) grassi sotto forma di olio extravergine di oliva.
    Idealmente il pasto andrebbe diviso in quattro parti secondo lo schema indicato dall’Università di Harvard che vi allego sotto.

FONTE: https://www.hsph.harvard.edu/nutritionsource/healthy-eating-plate/translations/italian

 

  • Infine, ma estremamente importante, fate movimento con lo stesso equilibrio con cui seguite la dieta. Non eccedete insomma anche l’eccesso di attività fisica è controproducente ai fini della perdita di peso.

 

Come sempre vige la regola dell’equilibrio, in realtà se avessimo ben chiaro il concetto di equilibri in nutrizione non avremmo bisogno di correre ai ripari dopo le ferie. Ma se ormai il danno lo avete fatto allora trovare una alimentazione sana che possa essere mantenuta nel tempo può essere un buon modo per ritrovare benessere, leggerezza e serenità

 

Dott.ssa Barbara Menozzi

 

 

Articolo precedente

TORRETTA DI BRANZINO E PUREA DI AVOCADO.

Articolo successivo

SUGO DI VERDURE PER PASTANew!!